30b1e5524250670b5c1ae7a4844ac820
CHE GIORNO
13 maggio 2019
COME NATURA VUOLE
22 maggio 2019
1 (1)

A me piace, circondare le nostre aree di riferimenti

con piante di Crataegus dalle bacche rosse, falle

appartenere a queste radici, per essere quelle foglie

respingenti, di quegli asini, che volano indisturbati

nel cielo, dentro la loro stessa pace. Siamo pure

quella legna, che arde nel camino di Ave e Antonio.

Siamo ancora un cammino, in mezzo alle rotonde

sulla strada di nessun accesso e neanche poco

e neanche per adesso. Ora si che ci vorrebbe

quel vino rosso con un dolcetto d’annata, quelli di Sezze ?

Si, profumano di mandorle, anche loro chiedono rispetto.

Il nostro silenzio, regalato agli scettici, non mi pronuncio

non mi pronuncio più, prendimi dalla scolina, gli asparagi

di Marzo e foglie di Cactus che non vuole più nessuno.

Abbiamo tutti una linea da seguire, un vertice e poi un confine

abbiamo un Dio, un fuoco acceso che sta per finire.

Abbiamo la cravatta sulla giacca, un filo diretto sulla neve

tu che ti fai male a vedermi e poi mi sommergi di te e io

mi perdo volentieri tutte le volte dentro quel letto e ti aspetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *