Skip to content
NAPOLI
11 Giugno 2021
LEI
21 Giugno 2021

FRANCA HA FAME

Avevo incontrato Franca ad un dibattito sui lombrichi

della California, portava con se un libro sulle migliori scelte

delle sdraio da mare. Adorava la foschia

delle montagne innevate. Ambedue lamentavamo pruriti

di seconda gioventù. Era vivo in noi

il desiderio di trasformarci

in acqua corrente, almeno per un giorno.

Aveva sete di verità, avevamo

fame di novità. 

Franca aveva gli occhi precipitati

nelle fessure luminose della vita, era incollata ai suoi capelli cannella.

Le piacevano le correnti marine,

teneva in mano la freschezza dei suoi anni, pregava

pregava il Padre Eterno, di aggiungere stagioni gloriose, ma

poi lei faceva benissimo tutto da sola.

Te la ricordi Franca?

Franca, quella alta meno di un albero, mangiava tutto

e non ingrassava un etto, aveva chiare 

le frasi che servivano a mantenere un discorso 

basato sulla tecnica del risveglio. Teneva in testa il bisogno

di uomini vestiti di qualche emozione, rari.

Sai quegli uomini che puzzano come i fiori di Maggio

spampanati al sole?

Quelli.

Aveva bisogno di uomini composti, tipo farfalle

che ti si posano un tempo sottile sulle spalle e poi via, via che la vita è breve

e non ti devi perdere neppure un sorso.

Franca

viveva con le onde affini alle vene. 

Voleva solo amore, solo amore porca miseria.

Niente più, solo amore a modo suo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *