Skip to content
LA DONNA DALLE GRANDI PALPEBRE
25 Maggio 2020
PLAZA DE LOS HUERTOS
13 Ottobre 2020

LORY

Sono certo, era Settembre del ’78

saltavi paro paro un meridiano

avevo le tue ginocchia tra le mie mani.

I tuoi occhi rovesciati sulle colline

del letto, eri un mare maledetto

da sentirti stanca e respirare

con la bocca piena. Sai quelle giornate

a Sezze ? Ti ricordi Lory

la mia voglia di infermiera ?

Dopo, ci lasciavamo scivolare

nella discesa, con la macchina

a folle, tu ridevi. Ridevi, ti ricordi ?

All’improvviso non ci sei stata più

neanche un’ultima volta a premere

sul cuore. Mai più.

Sei stata subito di altri

come i tuoi silenzi, la neve

di qualche gelato, di un’amore

scomparso, tra il mare e certe salite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *