AVEVO PREVISTO TUTTO
18 Maggio 2020
UN GIORNO VERTICALE DIMENTICA IL SUO ORIZZONTALE
21 Maggio 2020

Eri la più bella offerta

del momento, in cima

a una pila di bancali

senza numero, un cielo

di seconda mano

prestato al sole, ma intatto

per tutte quelle mattine

che si è creato il vuoto del festival

del mio sangue. Apri le borse

restituiscimi i tuoi odori, inondami

rubami qualche no. Avrò davanti

una strada insovrapponibile

ma solo alle esperienze finite.

Adesso

e solo adesso

lucida i miei applausi

fino al domani del mio infinito.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *