121
19 gennaio 2018
LA TREBBIATURA DEL 62
26 gennaio 2018

Penso delle donne piano

per non svegliarle, ritirare

dalle labbra un odore, decidere

sia il regalo migliore.

 

Penso delle donne

il massimo bene di me

e il peggiore male che arriva

quando non sai mai quale utilizzare.

 

Penso delle donne alle curve

che si fanno nella mente e la voglia

d’invadere quelle stesse curve

tra il baricentro e l’ennesimo bacio.

 

Le onde sono ali di fesso

su un planare diverso. Penso

delle donne con la gola vuota

e sorrisi dilatati.

 

Un cuore è fatto per sognare

le donne lo sanno bene

disfano un fuoco e accendono

un ghiacciaio con le stesse mani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *