Skip to content
IL POETA
3 Febbraio 2021
IL POETA ALTROVE
5 Febbraio 2021

SENZA TRUCCHI E SENZA INGANNI

A me non piace la pelle truccata dai colori del mare

e della nebbia cancellata. Marmellate varie senza 

ne capo e ne coda, ovviamente non mi piacciono 

 

neanche i piercing, bucarsi la pelle per cosa ?

Figuriamoci i tatuaggi, scarabocchiarsi addosso

con un disegno ? Mai sentita una cosa più stupida 

 

di questa. Nessuna donna dovrebbe truccarsi mai. 

Forse un pò, qualche volta, si qualche volta ma, 

quel poco deve sembrare nascosto, dev’essere

 

nostalgicamente autentico. A me non piace

il rossetto mangia labbra, le labbra dovrebbero

emanare il proprio odore. Il proprio. Le labbra

 

devono avere il sapore di baciare, lasciare il segno

e una qualche traccia che viva progressivamente.

Il rossetto è un’ostacolo invalicabile, la follia di ridurre

 

alla viva carnalità, ad essere banale surrogato di bellezza. 

Il rossetto è l’ospedale della sensualità. Mi viene da piangere 

a vedere coperto qualcosa di bello. Qualcosa di bello

 

lo si veste o lo si spoglia. Ascoltami, tu che della donna

vuoi essere la femmina che c’è in te, truccati si ma

con le dolci parole, falle uscire dalle tue labbra lentamente 

 

e con delicatezza falle diventare migliori, truccati si ma

con sorrisi destinati a chi incontri e quegli occhi diventano

cento, mille e più. Diventano immensi e bellissimi. Truccati 

 

con la tua allegria, truccati ad essere libera di volare, in mezzo

alle campane, truccati un passo dopo e diventi l’infinita meraviglia

di essere solo te. Intatta, senza trucchi e senza inganni. 

 

  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *